Home Blog Page 3

Corso Storia e Antropologia dello sport

0

Segnaliamo la II Edizione del Corso Storia e Antropologia dello sport organizzato dal Museo delle Civiltà in collaborazione con la Società Italiana di Storia dello Sport (Siss) in partenza il 24 novembre. 

Il corso sviluppa lo studio dell’evoluzione delle pratiche sportive nella storia delle società umane. Attraverso un approccio interdisciplinare, l’analisi proposta focalizza l’attenzione su alcuni temi cruciali legati al ruolo dello sport nella formazione della civiltà umana. 

Il corso sarà fruibile interamente online e sarà permesso per chi si iscrivesse in ritardo recuperare le lezioni precedenti. 

Questa la Brochure con tutte le informazioni. 

 

La storia nel pallone

0

Venerdì 26 novembre a partire dalle 15:00 si terrà il seminario La storia nel pallone Temi e ricerche per la storia del calcio italiano. 

Segnaliamo la partecipazione dei nostri soci  Nicola Sbetti con La politica estera della nazionale italiana di calcio, Francesca Tacchi con Il calcio femminile nell’Italia repubblicana. Una storia (in gran parte) da scrivere, Daniele Serapiglia con La tragedia di Superga nella Comunità immaginata italiana.

Sarà presente inoltre un intervento  di Federico Baranello direttore de https://www.glieroidelcalcio.com/ con cui la Società Italiana di Storia dello Sport (Siss) ha avviato una proficua collaborazione.

Per ulteriori informazioni: https://www.polodel900.it/evento/la-storia-nel-pallone-temi-e-ricerche-per-la-storia-del-calcio-italiano/

Per la partecipazione: https://polodel900.secure.force.com/eventi?IdEvt=a0C6N0000004sxW

È scomparso Andrea Bacci

0

È con estremo dolore che abbiamo appreso oggi la notizia della scomparsa del nostro amico e socio Andrea Bacci. Sentiremo molto la sua mancanza, un socio sempre presente ai convegni Siss, un Toscanaccio vero appassionato di storia dello sport dalla bella risata allegra. 

Vogliamo ricordarlo con le parole di Francesco Gallo:

Andrea Bacci, 51 anni, uno dei più prolifici e stimati scrittori della letteratura sportiva
contemporanea, è venuto a mancare ieri, martedì 16 novembre. Penna rigorosa e
raffinata, attento e appassionato conoscitore di sport (calcio e pugilato soprattutto),
dopo poche ore dalla sua scomparsa la sua pagina Facebook è stata inondata da una
pioggia di addii e parole al miele. Righe di doloroso commiato per un uomo che ha
saputo essere amico di molti, prima ancora che storico dello sport e autore di numerosi
libri.
Tra le sue opere più importanti impossibile dimenticare Muhammad Ali. Storia
di una rivoluzione, I due nemici: Nino Benvenuti e Sandro Mazzinghi, la sfida infinita
e naturalmente Sei anni, sei mesi, dieci giorni: la leggenda di Marvelous Marvin
Hagler. Da tempo membro della Società Italiana Storia dello Sport, lascia un vuoto
enorme nella memoria e nei cuori di chi lo ricorderà per sempre come un uomo
vivace, gioviale e sempre pronto alla battuta.
Chi scrive ha avuto la fortuna di conoscerlo personalmente qualche anno fa a
Novi Ligure, durante la proiezione di un documentario cui poi è seguita una cena
allegra all’insegna delle sue battute irresistibili. Il primo vivido ricordo è
affettuosamente legato a un suo “uh!” di eccitata sorpresa non appena sul grande
schermo era apparso il suo eroe sportivo di sempre, Muhammad Ali.
Ultimamente, durante i giorni del lockdown, aveva avuto la brillante idea di
radunare una folta schiera di scrittori sportivi per creare un libro collettivo che
raccontasse alcune delle pagine indelebili della boxe. Sono sicuro che, tutti insieme, ci
impegneremo per portare a termine questo suo ultimo progetto e dedicarlo a lui, che
per molti di noi è stato un vero esempio di professionismo. Un caloroso abbraccio alla
moglie e ai figli, una famiglia che lui solitamente chiamava “la banda Bacci”.

100 anni di basket in Lombardia

0

In occasione del centenario della Federazione Italiana Pallacanestro segnaliamo l’uscita di 100 anni di basket in Lombardia, scritto dal nostro vicepresidente Sergio Giuntini, dal nostro socio Mario Zaninelli e da Sergio Meda. Un testo che racconta in 263 pagine ricchissime il percorso compiuto dal 1921 al 2021 dalla pallacanestro della Lombardia. 

Ricordiamo inoltre che la Siss (Società italiana di storia dello sport) è impegnata da diversi mesi nello studio del centenario del basket italiano, avendo promosso prima un dibattito sulla storia della pallacanestro italiana, mentre attualmente sono in corso i preparativi per il convegno di Siena.

Storia dello sport femminile in Italia 1945-2020 di Sergio Giuntini

0

Segnaliamo l’uscita di Storia dello sport femminile in Italia 1945-2020 scritto dal nostro vicepresidente Sergio Giuntini ed edito da Aracne

Il libro tratta della storia dello sport femminile e delle conquiste ottenute nel corso degli anni.

Ulteriori informazioni qui.

Paola Pigni. Liberarsi correndo di Sergio Giuntini

0

Segnaliamo l’uscita di Paola Pigni. Liberarsi correndo (Ed.Assital) del nostro vicepresidente Sergio Giuntini. 

Paola Pigni è stata una mezzofondista italiana, medaglia di bronzo nei 1500 metri piani alle Olimpiadi di Monaco di Baviera del 1972, una delle figure più importanti della storia dello sport italiano e non.

Il libro sarà presentato all’interno di un evento dedicato al ricordo della campionessa, previsto il giorno 2 novembre 2021, alle ore 16.30, nella Sala Appiani dell’Arena Civica di Milano a pochi metri dalla targa che ricorda il suo record mondiale dei 1500 con 4’12″4 stabilito nel 1969 sulla pista dell’impianto napoleonico. 

All’evento, oltre alla figlia della Pigni, Chiara Cacchi, saranno presenti la vicepresidente del CONI Claudia Giordani e il presidente della FIDAL, Stefano Mei, oltre ai componenti del direttivo dell’Associazione Cronisti e Storici dello Sport (La CRO.S.S.). Modererà il giornalista sportivo Fausto Narducci.

Otto Herschmann und die Olympische Bewegung curato da Gherardo Bonini

0

Segnaliamo l’uscita di Otto Herschmann und die Olympische Bewegung. Die Etablierung der moderne Sport in Österreich, curato dal nostro Gherardo Bonini con Rudolf Müllner, Matthias Marschik  ed edito da Löcker Verlag. 

Otto Hercshmann è stato uno schermidore e nuotatore austriaco di origine ebraica, vittima dell’Olocausto nel 1942.

All’interno sono presenti alcuni contributi da parte dei soci Siss (Società italiana di storia dello sport).  Gherardo Bonini ha scritto Otto Herschmann. A biographische Neubewertung e Sport in Cisleithanien. Di Fabrizio Orsini è invece Eine originelle Dreimännerallianz: Barbasetti, Franceschinis und Herschmann, sulle complesse relazioni schermistiche italo-austriache.

Ulteriori informazioni sul volume qui.

IX Convegno nazionale della Società Italiana di Storia dello Sport

0
È iniziato a Cagliari il IX Convegno nazionale della Società Italiana di Storia dello Sport. 
Questo il programma:
 
 
È possibile partecipare da remoto tramite link zoom. Ecco le indicazioni per accedere:
 
 
Giornata 8 Ottobre, sessione della mattina:
Cliccando sul link inviato, potrete accedere alla sessione plenaria. In questa stanza si svolgeranno le attività dell’intera mattinata, i saluti istituzionali, la lectio magistralis e la sessione sugli archivi. 
Giornata 8 Ottobre, sessione del pomeriggio:
Cliccando sul link inviato, potrete accedere alla sessione principale che inizierà con la proiezione del documentario di Giuseppe Garau. Terminata la proiezione, potrete accedere autonomamente alle sessioni parallele, cliccando su “sessioni secondarie” (in basso) e aprendo quella di vostro interesse. Sarà anche possibile passare da una sessione all’altra in qualsiasi momento, attraverso la funzione “Lascia stanza” che troverete in basso a destra nella barra comandi di Zoom. Ogni stanza avrà il nome della specifica sessione così come riportata sul programma. 
Giornata 9 ottobre, sessione del mattino:
Cliccando sul link inviato, potrete accedere alla sessione principale che inizierà con la Lectio magistralis di Paul Dietschy. Terminata la sessione plenaria, potrete accedere autonomamente alle sessioni parallele, cliccando su “sessioni secondarie” (in basso) e aprendo quella di vostro interesse. Sarà anche possibile passare da una sessione all’altra in qualsiasi momento, attraverso la funzione “Lascia stanza” che troverete in basso a destra nella barra comandi di Zoom. Ogni stanza avrà il nome della specifica sessione così come riportata sul programma. Al termine delle sessioni parallele, potrete tornare nella stanza principale per la proiezione del film di Francesco Gallo e la chiusura dei lavori.
 
 

 
8 ottobre 9.30-13.00
Entra nella riunione in Zoom
https://zoom.us/j/98862383499
ID riunione: 988 6238 3499
 
8 ottobre pomeriggio 14.30-19.00
Entra nella riunione in Zoom
https://zoom.us/j/93658017239
ID riunione: 936 5801 7239
 
9 ottobre 9.30-13.00
Entra nella riunione in Zoom
https://zoom.us/j/96258549161
ID riunione: 962 5854 9161

Siss sbanca al Concorso Letterario del CONI 2021!

0

Il nostro socio Nicola Sbetti con il suo volume “Giochi diplomatici. Sport e politica estera nell’Italia del secondo dopoguerra” (ed. Fondazione Benetton Studi Ricerche/ Viella) ha vinto il primo premio CONI nella sezione Saggistica.  Il volume ripercorre cronologicamente il cammino dello sport italiano dall’isolamento dell’immediato dopoguerra alle assegnazioni olimpiche di Cortina 1956 e di Roma 1960.

 

Seconda classificata un’altra socia SISS, Antonella Stelitano, con le sue “Donne in bicicletta” (ed. Ediciclo), volume dedicato alla storia del ciclismo rosa italiano.

Alla fase finale erano inoltre arrivati i volumi di alcuni nostri soci, in particolare “Cavalieri d’acciaio 70 anni du duelli in formula 1” (Cento Autori editore), tra i cui autori figurano i nostri soci Alessandro Mastroluca e Andrea Bacci, “Federer, Nadal, Djokovic- i Dominatori del Tennis” (Cento Autori editore), tra i cui autori è Alessandro Mastroluca, “C’era una volta Olimpia. Sport, arte e letteratura ai più importanti giochi dell’antichità” (Ed. Efesto) di Livio Toschi.

Lidia Lesnykh vince il premio CESH

0

Con grande piacere comunichiamo la vittoria della nostra socia Lidia Lesnykh al premio CESH, con un saggio incentrato sulla nascita dell’ International University’s Sports Federation. 

Queste le motivazioni, lette durante il Convegno di Lisbona.

” Lidia Lesnykh’s paper dealt with the foundation of a new international organisation, the International University’s Sports Federation, in 1949. This was a response to an earlier Soviet-dominated university organisation. It had a very solid international feel in a broader historiographical context of East-West post-war relations and the Cold War. It demonstrates the ways in which such student organisational members responded to broader geo-political approaches. There was a very impressive use of a wide range of European sources and the writer shows good scholarship and a strong potential for future work.”

Come Società Italiana di Storia dello Sport (SISS) ci congratuliamo con Lidia per il risultato e per l’importante contributo fornito alla storia dello sport.